Miliardario saudita perde 7 milioni di sterline al casinò




Secondo i comandamenti dell’islam è lecito giocare, ma quando i soldi sono coinvolti le regole sono ferree: “Non ci devono essere premi a meno che si tratti di competizioni di tiro con l’arco, corse di cammelli o cavalli.

Conseguentemente, nei paesi come l’Arabia Saudita delle leggi molto restrittive sono applicate. Meno male che Fahad Al Tamimi i suoi soldi li ha giocati all’estero, a Londra, anche se ha preso davvero una bella batosta, perdendo l’astronomica cifra di 7 milioni di sterline inglesi (circa $10,6 milioni).

Fahad Al Tamimi, presidente della compagnia di costruzioni Saudi Consulting Co, è stato un abituale frequentatore del Casino Les Ambassadeurs Club, nel quartiere londinese di Mayfair, dove ha calcato i tavoli da gioco per 5 anni perdendo appunto questa fortuna.

E’ andato sulle cronache dei rotocalchi in quanto si è trovato in una situazione di insolvenza, dovendo dei soldi imprestati da un suo collega, tale Mohamad Khodari che lo ha portato in giudizio.

Nonostante la crisi quindi, c’è ancora in giro qualcuno in grado di sperperare capitali a 6 zeri nei casinò… beati loro!