Vincere a Baccarà




Vincere a baccarà non è estremamente estremamente difficile perchè il baccarà è un gioco piuttosto facile… Non ci sono decisioni od opzioni nel baccarà, e non si richiede alcuna abilità nè al giocatore nè al mazziere. I giocatori del baccarà possono sedersi su qualsiasi poltrona libera, e la loro posizione non ha la minima influenza sull’andamento del gioco. Ogni posto corrisponde ad un numero sullo sfondo, da 1 a 15. Tre mazzieri servono ogni tavolo. Il mazziere che si trova tra le posizioni 1 e 15 è conosciuto come “caller”. Conduce il gioco distribuendo le carte dal portamazzo.

Iniziamo a giocare a Baccarà

Ogni giocatore tiene il portamazzo per un turno. Il giocatore deve piazzare la puntata quando ha il portamazzo, ma ognuno di loro può rifiutarla e passarla avanti da giocatore a giocatore. Inoltre non c’è alcun vantaggio o svantaggio nel dare le carte nel gioco del baccarà, si tratta soltanto di una formalità e di una parte dell’ atmosfera che piace ai giocatori.

Quando il mazziere (caller) riceve sul portamazzo le carte dal giocatore, le mette in apposite scatole, ed in seguito chiama altre carte o dichiara il vincitore secondo le regole del gioco.

I giocatori scommettono mettendo le loro fiches nella scatola numerata di fronte alla loro poltrona. Le scommesse al baccarà devono essere fatte sul giocatore o sul banco, e vanno da un minimo di $20 ad un massimo di $2,000. In seguito ha luogo la proclamazione del vincitore. Gli altri due mazzieri pagano le scommesse vincenti e raccolgono le scommese degli sconfitti. Nel baccarà, se il banco ha vinto, i giocatori che hanno vinto devono pagare una commissione del 5% sulla loro vincita. Perciò, se un giocatore ha fatto una scommessa di $100 sul banco, deve pagare $5.

Per non raccogliere queste puntate dopo ogni mano, nel baccarà viene tenuta una registrazione di quanto si deve ad ogni giocatore in una scatola numerata posta di fronte al punto dove siedono i due mazzieri adibiti al pagamento. Il giocatore paga la somma accumulata dopo il termine di ogni portamazzo. Ogni volta che questo non ha più carte, gli otto mazzi sono completamente mescolati e riposizionati nel portamazzo.

Nel gioco baccarà valgono tutte le carte. Dall’asso al 9, le carte hanno valore crescente a seconda della cifra rappresentata. I 10 e le figure valgono zero. Pertanto, se le prime due carte date sono un re ed un 4, il conto ammonta a 4. Un 8 ed un 6, pur totalizzando 14 punti, varranno 4 dopo la sottrazione di 10 punti. Quando due carte totalizzano più di 10 punti, occorre sottrarre 10. Il totale rimanente è l’effetivo valore delle carte.

Regole del gioco baccarà

Queste regole al baccarà vengono applicate nei casinò americani. Le loro copie stampate sono disponibili ovunque si giochi a baccarà. I mazzieri seguono queste regole senza consultare i giocatori al tavolo. Le regole sono automatiche.

Il totale più alto che ogni mano di baccarà può avere ammonta a 9. Un totale di 9 ottenuto con due carte e non può perdere. Un otto è il secondo miglior punteggio di mano, ed anch’esso viene definito “natural”.. Se sia i giocatori che il banco ricevono le stesse carte, ci troviamo di fronte ad un nulla di fatto: nè i giocatori nè il banco vincono. Non si possono dare carte ulteriori quando la somma di due carte ammonta a 6 o 7.

Quando le due carte forniscono un’altra somma totale, il giocatore ed il banco passa un’altra carta in direzione del mazziere (caller). Si tratta semplicemente di permettere al mazziere di chiamare e di dichiarare il risultato.

I giocatori al baccarà devono preoccuparsi soltanto della somma da scommettere durante ogni mano, e se scommettere dalla parte del giocatore o del banco. Il limite del banco nel baccarà è il più basso tra tutti i giochi del casinò.

Con una commissione sulle scommesse vincenti del banco pari solo al 5%, e senza alcuna trattenuta sulle scommesse vincenti del giocatore, lo svantaggio del giocatore è pari solo all’1.37%. In alcuni casinò è possibilie scommettere sui nulla di fatto. Il pagamento è dell’ 8 a 1. Per il giocatore si tratta di una cattiva scommessa, poichè il vantaggio del banco ammonta all’ 14.1%.