In ritardo l’apertura del gioco online al mercato Francese




Tarda l’apertura del mercato francese del gioco online. Ad attendere l’apertura del mercato francese al giochi d’azzardo e alle scommesse sportive online sono in molti, giocatori ed operatori del settore, ma sembra che si dovrà attendere il Febbraio 2010 per vedere approvata la legge relativa alla regolamentazione del gambling online, questo secondo quanto è stato reso noto alla fine di Dicembre dal Francese Senatore Francois Trucy.

L’autore di questa proposta di legge, il Ministro del Bilancio, affronterà il tema della legalizzazione del gioco online durante un’audizione fissata per il 13 Gennaio. In prima lettura, il testo di legge è già stato approvato da parte dell’Assemblea Nazionale il 13 Ottobre 2009, successivamente è passato al vaglio del Senato, il quale se decidesse di effettuare delle modifiche porterebbero al ritardo dell’apertura del gioco online al mercato Francese, dal momento che il testo verrebbe esaminato nuovamente dall’Assemblea Nazionale.

In conclusione, il rischio da parte degli operatori di non ottenere le licenze prima dell’inizio del campionato mondiale di calcio del Giugno 2010 è piuttosto reale, dal momento che, a quanto afferma il Senatore Francois Trucy sarebbero necessari altri 15 giorni prima che il testo arrivi in seduta pubblica.

Ma le preoccupazioni maggiori degli operatori non solo solo l’entrata in vigore della legge quanto il regime fiscale a cui potrebbero venir sottoposte.

Dalle dichiarazioni di Nicolas Baraud, CEO di Mangas e amministratore delegato di -> BetClic, agli organi di stampa francesi:

“Le aliquote per le scommesse sono elevatissime. E’ impossibile che un regime simile si riveli redditizio per gli operatori privati. Sembra una disciplina dettata per proteggere il monopolio”.